Ti trovi in Homepage /  Gli obiettivi

Gli obiettivi

I principali obiettivi del progetto ECOMAWARU possono essere riassunti come segue:

  1. analisi e studio del modello di gestione delle acque e dei reflui in aree rurali adottando un sistema di fitodepurazione a microalghe quale trattamento terziario. Si deve notare che la fitodepurazione è una tecnica “verde” rispetto ai trattamenti terziari tradizionali, in quanto non è richiesto l’uso di additivi chimici e tale sistema non produce fango che necessita di un successivo trattamento e smaltimento. Inoltre la tecnica di fitodepurazione con microalghe permette di ottenere una biomassa microalgale ed un effluente di alta qualità, entrambi di possibile riutilizzo.
  2. dimostrazione della flessibilità, della fattibilità ed efficienza dell’utilizzo della tecnica di fitodepurazione con microalghe quale trattamento terziario. Per case sparse (aree rurali) le acque nere sono trattate utilizzando la fitodepurazione a microalghe, mentre per aree urbane una porzione del refluo proveniente dall’impianto di trattamento municipale è convogliata al trattamento terziario “verde”. Si noti che la fitodepurazione con microalghe è una soluzione che richiede minor impiego di superfici se paragonata ad altre tecniche di fitodepurazione.
  3. fornire conoscenze di tipo tecnologico che possano essere integrate alla normativa locale  allo scopo di supportare la divulgazione delle tecnologie “verdi” in accordo con un approccio sostenibile.
  4. trasferimento del know-how di progetto, installazione, manutenzione, gestione e controllo del sistema di fitodepurazione a microalghe, coinvolgendo diversi tipi di audience (autorità locali, professionisti, tecnici, utenti finali, ecc).

L’innovazione del progetto quindi consiste nell’utilizzo di una tecnologia emergente per depurare reflui civili in ambiente rurale.

Un altro aspetto innovativo è il finissaggio di effluenti provenienti dai tradizionali trattamenti di depurazione mediante la fitodepurazione, che combina una miglior qualità dell’effluente con la produzione di biomassa. Inoltre l’impiego di sistemi di fitodepurazione con microalghe attrae perché non richiede l’utilizzo di reattivi chimici e di complesse tecnologie ed in particolare non produce inquinanti secondari..

E’ inoltre possibile ottenere un prodotto con un alto valore aggiunto: le microalghe possono essere direttamente riutilizzate in agricoltura come fertilizzanti azotati.